Podone Skytrail


Podone Skytrail, atto terzo.
Al suggestivo e ormai collaudato tracciato di gara Gan Nembro si affianca quest’anno una novità: la corsa per i più piccoli tra ciclovia e parchi.
 
 
Si correrà il prossimo 29 settembre la Podone Skytrail, il running nembrese targato GAN che festeggia quest’anno la sua terza edizione. La corsa, che vanta una lunga tradizione, si inserisce ormai a pieno titolo tra gli appuntamenti da non mancare per gli appassionati della disciplina. Sono  24 i chilometri da percorrere nella splendida cornice dei contrafforti alpini della Val Seriana, con un dislivello positivo di 1780 metri e Gran Premio della Montagna su cima Podona, a quota 1227 metri slm.
Il trend registrato negli anni scorsi restituisce il profilo di una gara in rapida crescita: aumentano i partecipanti e diminuiscono i tempi di percorrenza (che si attestano al di sotto delle due ore e mezza). E se il 2018 ha consegnato agli annali l’ottimo 02:28:46 di Bonfanti Fabio, quest’anno c’è già chi pensa che il cronometro possa fermarsi ancora prima. Ma per il verdetto e le eventuali sorprese bisognerà aspettare l’ultima domenica di settembre.
A stupire sin da ora sono invece la capacità organizzativa e i numeri messi in campo dal Gruppo Alpinistico Nembrese e dal suo sponsor principale, ElleErre di Alzano Lombardo, capaci di portare sulla linea di partenza dell’edizione 2018 - sold out con largo anticipo -  oltre 350 atleti e un centinaio di volontari, distribuiti sul percorso e impegnati nella logistica. ElleErre, main sponsor della manifestazione, che si occupa da più di 25 anni di materiale per eventi sportivi, ha voluto associare ancora una volta il suo nome e i suoi colori ad una manifestazione sul territorio.
A fare da cornice all’edizione di quest’anno ci sarà inoltre anche una nuova iniziativa che intende ripagare l’entusiasmo e la partecipazione con cui l’intera collettività di Nembro ha accolto la manifestazione in questi anni: uno skytrail a misura di bambino. Il percorso si snoda sul fondovalle, accompagnando gli atleti di domani alla scoperta di questo sport lungo il pianeggiante e sicuro percorso della ciclovia Val Seriana. Al Parco Alpini la festa dell’arrivo.
Un occhio al futuro e uno al passato. La Podone Skytrail ha riportato agli onori delle cronache una storica competizione nembrese, il Trofeo Leone Pellicioli, istituito nel 1960 e proseguito con il nome di Giro delle Podone fino agli anni ’90. La bellezza e la difficoltà di questa gara e di questo tracciato vennero definitivamente sancite con il suo inserimento nel calendario Fidal delle gare nazionali di corsa in montagna. Ed è proprio il tracciato uno dei punti di forza di questa competizione.
La partenza tutta cittadina presso la sede del GAN cede velocemente il passo a paesaggi boschivi e coste erbose, portando in soli 6 chilometri - praticamente una vertical - al GPM della gara, cima Podona, una terrazza naturale sul parco delle Orobie Bergamasche. Tratti di corsa sciolta tra pascoli e boschi si alternano quindi a passaggi decisamente tecnici, come lo scenografico saliscendi roccioso che dal monte Costone conduce alla cima della Corna Filaressa, che con i suoi 1133 metri e nessun impedimento di fronte a sé consente allo sguardo di spaziare sull’intera pianura padana. Traguardo in piazza della Libertà, nel centro del Comune di Nembro, concludendo così un giro ad anello di 24 chilometri ormai collaudato che ha riscosso l’approvazione e l’entusiasmo di tutti gli atleti che si sono fin qui cimentati con questo percorso.
Il comitato organizzativo sta limando proprio in questi giorni gli ultimi dettagli, definendo il pacco gara e la data per l’apertura delle iscrizioni. Tutte le informazioni saranno a breve disponibili sul sito ufficiale http://www.podoneskytrail.it e sulle pagine social dedicate all’evento, dove è già possibile scaricare il percorso della gara e il regolamento. Non resta che tenersi aggiornati, dunque. E, ovviamente, allenarsi.